Top attrazioni turistiche da visitare a Mosca

La capitale della Russia è piena di obiettivi storici, di spettacolare architettura, di musei di livello mondiale e di punti di riferimento culturali. Mosca è una destinazione affascinante, che offre una lezione completa di storia: dall’epoca zarista alle decadi di comunismo austero, seguite da un boom economico del XXI secolo.

Ecco una rapida presentazione di alcune delle migliori attrazioni di Mosca – sia quelle preferite dai turisti che alcuni luoghi insoliti.

Top attrazioni turistiche da visitare a Mosca:

Cattedrale di San Basilio

Cattedrale di San Basilio

La Cattedrale di San Basilio è una vera meraviglia dell’architettura russa, situata nella splendida Piazza Rossa nel centro di Mosca. La chiesa fu costruita per ordine dello zar Ivan il Terribile tra il 1555 e il 1561 per celebrare la vittoria sui Tatari.

Il gioco affascinante di colori e forme, le cupole a forma di bulbo e l’armonia della costruzione hanno trasformato questa cattedrale nell’emblema dello stato russo. Unica nel mondo cristiano, la Cattedrale di San Basilio ha 9 cupole sollevate su una singola fondazione, ogni cappella dedicata a un santo.

Oltre all’attrazione estetica, il piano della chiesa ha un profondo simbolismo religioso. Quattro cappelle sono disposte nei punti cardinali, le altre quattro a nord-est, sud-est, nord-ovest e sud-ovest, mentre la nona si trova proprio al centro. Si forma così una stella a otto punte, il numero otto ricorda il giorno della Resurrezione di Cristo (l’ottavo giorno del calendario ebraico).

All’interno della cattedrale ci sono nove iconostasi che contengono oltre 400 icone, ma anche numerose fresche appartenenti alle scuole di pittura di Mosca e Novgorod, tutte risalenti ai secoli XVI-XIX. Anche le sante reliquie del Beato Basilio si trovano all’interno della meravigliosa chiesa russa.

Dopo essere stata chiusa nel 1918 dalle autorità bolsceviche, la cattedrale fu quasi demolita durante il regime stalinista, ma miracolosamente scampò alla distruzione.

Il Teatro Bolshoi

Il Teatro Bolshoi

Anche le persone che non sono appassionate di balletto o di opera hanno sentito parlare del famoso Teatro Bolshoi, che significa “Teatro Grande” in russo.

Il Teatro Bolshoi è stato fondato nel 1776, quando lo zar concesse al principe Peter Urusov il privilegio di essere l’unico a Mosca a presentare spettacoli teatrali, operistici e di balletto. A causa del terreno paludoso nel centro di Mosca, il teatro fu costruito su pali di legno. Il teatro prese il suo attuale nome nel 1825.

Nel 2011, il Teatro Bolshoi è stato riaperto a Mosca dopo un lungo periodo di ristrutturazione. I visitatori ora godono di un’acustica migliorata, di nuove sedie e di mosaici restaurati, che hanno riportato il teatro al suo prestigio internazionale, dopo decenni di negligenza sotto il regime comunista. Il costo dei lavori di restauro è stato di oltre 500 milioni di euro, ma i restauratori russi sono riusciti a restituire al teatro la grandiosità imperiale del XIX secolo e l’impeccabile acustica del passato.

Attualmente, le produzioni di opera e balletto sono più popolari che mai. Le nuove versioni di alcuni classici hanno offerto una nuova rilevanza culturale e hanno posizionato il Teatro Bolshoi al primo posto tra le istituzioni teatrali più ambite al mondo. Il teatro ha un sistema di prenotazione online. Prenotate con anticipo, poiché i biglietti possono essere venduti con mesi di anticipo.

Gorky Park

Gorky Park

Nella zona pedonale lungo il fiume Moscova si trova il superbo Parco Gorky, aperto nel 1928. Nel 2011, il Parco Gorky ha subito una grande ristrutturazione, che gli ha dato un aspetto fresco e vibrante. Il design modernizzato del parco lo rende uno dei luoghi più interessanti per trascorrere il tempo libero. Circa 20.000 visitatori visitano il parco di 109 ettari ogni giorno.

Il parco dispone di stazioni di noleggio biciclette, una zona business con Wi-Fi, un cinema all’aperto, una serra dove è possibile acquistare verdure fresche, numerosi caffè all’aperto. Qui potrete anche rilassarvi con le lezioni di yoga, i festival cinematografici nel cinema estivo e gustare una moltitudine di concerti di musica classica.

Se volete ammirare il cielo e le stelle, potete andare all’osservatorio e guardare attraverso il telescopio mentre ascoltate le storie affascinanti degli astronomi. Potrete godervi molti sport all’aria aperta, come il volley, l’hockey, il calcio o potrete fare jogging.

Se andate più avanti lungo la riva del fiume, arriverete al Parco Neskuchniy Sad, un luogo meraviglioso nel centro di Mosca, uno dei più antichi parchi di Mosca, ristrutturato negli ultimi anni. Una volta un’area piena di palazzi estivi dei più ricchi nobili di Mosca, ora è un luogo incantevole con animali selvatici, molte attività e luoghi di riposo.

Il Cremlino

Il Cremlino

Il Cremlino, che si traduce in “cittadella russa”, rappresenta il nucleo non solo di Mosca, ma di tutto il paese. È un complesso fortificato che include i palazzi del Cremlino e le cattedrali del Cremlino, che dominano la Piazza Rossa di Mosca. Il complesso funge da residenza ufficiale del presidente della Federazione Russa.

La prima pietra del Cremlino fu posta alla fine degli anni ‘1330, dopo che Pietro, metropolita della Russia, fu costretto a spostare la sua sede principale da Kiev a Mosca. Durante il regno di Ivan III, furono costruite le tre cattedrali del Cremlino e le mura del Cremlino furono erette tra il 1485 e il 1495.

Sebbene fosse ancora utilizzato per le incoronazioni, il Cremlino fu abbandonato e trascurato fino al 1773, quando Caterina la Grande ingaggiò Vasili Bajenov per costruire una nuova residenza. Durante l’invasione di Napoleone del 1812, alcune costruzioni e chiese del Cremlino furono distrutte dalle esplosioni.

Nel 1918, il governo sovietico si trasferì da Pietrogrado (che all’epoca si chiamava San Pietroburgo) a Mosca. Lenin scelse come residenza la sala del Senato del Cremlino, e la sua stanza continua ad essere mantenuta come museo.

Il triangolo irregolare delle mura del Cremlino si estende su una superficie di 27,5 ettari, e la piazza delle cattedrali occupa una posizione centrale all’interno del Cremlino. Qui potrete ammirare sei edifici impressionanti, di cui tre sono cattedrali. La Cattedrale dell’Assunzione risale al 1479 ed era la chiesa di incoronazione dei zar della Russia. La Cattedrale dell’Annunciazione, con le sue nove cupole dorate, fu completata nel 1489. La Cattedrale dell’Arcangelo Michele (1508) si trova nella parte sud-est della piazza ed è la necropoli di oltre cinquanta membri delle famiglie imperiali russe.

Un’altra costruzione importante è la Torre del Campanile di Ivan il Grande, situata nella parte nord-est del Cremlino. La torre, alta 81 metri, ospitava 21 campane, che suonavano l’allarme in caso di pericolo.

La Piazza Rossa

La Piazza Rossa

La Piazza Rossa è considerata il centro di Mosca e, allo stesso tempo, della Russia, poiché è il luogo da cui partono, in tutte le direzioni, le grandi strade e le vie della Russia. La piazza separa il Cremlino, la sede della presidenza russa, dalla zona commerciale di Kitay-gorod.

Ogni edificio nella Piazza Rossa ha una storia ricca. Il Mausoleo di Lenin contiene il corpo conservato di Lenin, il fondatore dell’Unione Sovietica. Nelle vicinanze si trova la Cattedrale di San Basilio, così come i palazzi e le chiese del Cremlino. La Cattedrale di Kazan, la Cappella di Ivoron, la Porta della Resurrezione o il Museo di Storia sono solo alcuni dei monumenti nella piazza che mantengono viva la storia russa, dominata da una serie di eventi sanguinosi.

Oggi, la Piazza Rossa è il luogo in cui si svolgono fiere, eventi culturali, festival e concerti, ed è stata inclusa nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel 2004.

La capitale della Russia è piena di obiettivi storici, di spettacolare architettura, di musei di livello mondiale e di punti di riferimento culturali. Mosca è una destinazione affascinante, che offre una lezione completa di storia: dall’epoca zarista alle decadi di comunismo austero, seguite da un boom economico del XXI secolo.

Ecco una rapida presentazione di alcune delle migliori attrazioni di Mosca – sia quelle preferite dai turisti che alcuni luoghi insoliti.

Top attrazioni turistiche da visitare a Mosca:

Cattedrale di San Basilio

Cattedrale di San Basilio

La Cattedrale di San Basilio è una vera meraviglia dell’architettura russa, situata nella splendida Piazza Rossa nel centro di Mosca. La chiesa fu costruita per ordine dello zar Ivan il Terribile tra il 1555 e il 1561 per celebrare la vittoria sui Tatari.

Il gioco affascinante di colori e forme, le cupole a forma di bulbo e l’armonia della costruzione hanno trasformato questa cattedrale nell’emblema dello stato russo. Unica nel mondo cristiano, la Cattedrale di San Basilio ha 9 cupole sollevate su una singola fondazione, ogni cappella dedicata a un santo.

Oltre all’attrazione estetica, il piano della chiesa ha un profondo simbolismo religioso. Quattro cappelle sono disposte nei punti cardinali, le altre quattro a nord-est, sud-est, nord-ovest e sud-ovest, mentre la nona si trova proprio al centro. Si forma così una stella a otto punte, il numero otto ricorda il giorno della Resurrezione di Cristo (l’ottavo giorno del calendario ebraico).

All’interno della cattedrale ci sono nove iconostasi che contengono oltre 400 icone, ma anche numerose fresche appartenenti alle scuole di pittura di Mosca e Novgorod, tutte risalenti ai secoli XVI-XIX. Anche le sante reliquie del Beato Basilio si trovano all’interno della meravigliosa chiesa russa.

Dopo essere stata chiusa nel 1918 dalle autorità bolsceviche, la cattedrale fu quasi demolita durante il regime stalinista, ma miracolosamente scampò alla distruzione.

Il Teatro Bolshoi

Il Teatro Bolshoi

Anche le persone che non sono appassionate di balletto o di opera hanno sentito parlare del famoso Teatro Bolshoi, che significa “Teatro Grande” in russo.

Il Teatro Bolshoi è stato fondato nel 1776, quando lo zar concesse al principe Peter Urusov il privilegio di essere l’unico a Mosca a presentare spettacoli teatrali, operistici e di balletto. A causa del terreno paludoso nel centro di Mosca, il teatro fu costruito su pali di legno. Il teatro prese il suo attuale nome nel 1825.

Nel 2011, il Teatro Bolshoi è stato riaperto a Mosca dopo un lungo periodo di ristrutturazione. I visitatori ora godono di un’acustica migliorata, di nuove sedie e di mosaici restaurati, che hanno riportato il teatro al suo prestigio internazionale, dopo decenni di negligenza sotto il regime comunista. Il costo dei lavori di restauro è stato di oltre 500 milioni di euro, ma i restauratori russi sono riusciti a restituire al teatro la grandiosità imperiale del XIX secolo e l’impeccabile acustica del passato.

Attualmente, le produzioni di opera e balletto sono più popolari che mai. Le nuove versioni di alcuni classici hanno offerto una nuova rilevanza culturale e hanno posizionato il Teatro Bolshoi al primo posto tra le istituzioni teatrali più ambite al mondo. Il teatro ha un sistema di prenotazione online. Prenotate con anticipo, poiché i biglietti possono essere venduti con mesi di anticipo.

Gorky Park

Gorky Park

Nella zona pedonale lungo il fiume Moscova si trova il superbo Parco Gorky, aperto nel 1928. Nel 2011, il Parco Gorky ha subito una grande ristrutturazione, che gli ha dato un aspetto fresco e vibrante. Il design modernizzato del parco lo rende uno dei luoghi più interessanti per trascorrere il tempo libero. Circa 20.000 visitatori visitano il parco di 109 ettari ogni giorno.

Il parco dispone di stazioni di noleggio biciclette, una zona business con Wi-Fi, un cinema all’aperto, una serra dove è possibile acquistare verdure fresche, numerosi caffè all’aperto. Qui potrete anche rilassarvi con le lezioni di yoga, i festival cinematografici nel cinema estivo e gustare una moltitudine di concerti di musica classica.

Se volete ammirare il cielo e le stelle, potete andare all’osservatorio e guardare attraverso il telescopio mentre ascoltate le storie affascinanti degli astronomi. Potrete godervi molti sport all’aria aperta, come il volley, l’hockey, il calcio o potrete fare jogging.

Se andate più avanti lungo la riva del fiume, arriverete al Parco Neskuchniy Sad, un luogo meraviglioso nel centro di Mosca, uno dei più antichi parchi di Mosca, ristrutturato negli ultimi anni. Una volta un’area piena di palazzi estivi dei più ricchi nobili di Mosca, ora è un luogo incantevole con animali selvatici, molte attività e luoghi di riposo.

Il Cremlino

Il Cremlino

Il Cremlino, che si traduce in “cittadella russa”, rappresenta il nucleo non solo di Mosca, ma di tutto il paese. È un complesso fortificato che include i palazzi del Cremlino e le cattedrali del Cremlino, che dominano la Piazza Rossa di Mosca. Il complesso funge da residenza ufficiale del presidente della Federazione Russa.

La prima pietra del Cremlino fu posta alla fine degli anni ‘1330, dopo che Pietro, metropolita della Russia, fu costretto a spostare la sua sede principale da Kiev a Mosca. Durante il regno di Ivan III, furono costruite le tre cattedrali del Cremlino e le mura del Cremlino furono erette tra il 1485 e il 1495.

Sebbene fosse ancora utilizzato per le incoronazioni, il Cremlino fu abbandonato e trascurato fino al 1773, quando Caterina la Grande ingaggiò Vasili Bajenov per costruire una nuova residenza. Durante l’invasione di Napoleone del 1812, alcune costruzioni e chiese del Cremlino furono distrutte dalle esplosioni.

Nel 1918, il governo sovietico si trasferì da Pietrogrado (che all’epoca si chiamava San Pietroburgo) a Mosca. Lenin scelse come residenza la sala del Senato del Cremlino, e la sua stanza continua ad essere mantenuta come museo.

Il triangolo irregolare delle mura del Cremlino si estende su una superficie di 27,5 ettari, e la piazza delle cattedrali occupa una posizione centrale all’interno del Cremlino. Qui potrete ammirare sei edifici impressionanti, di cui tre sono cattedrali. La Cattedrale dell’Assunzione risale al 1479 ed era la chiesa di incoronazione dei zar della Russia. La Cattedrale dell’Annunciazione, con le sue nove cupole dorate, fu completata nel 1489. La Cattedrale dell’Arcangelo Michele (1508) si trova nella parte sud-est della piazza ed è la necropoli di oltre cinquanta membri delle famiglie imperiali russe.

Un’altra costruzione importante è la Torre del Campanile di Ivan il Grande, situata nella parte nord-est del Cremlino. La torre, alta 81 metri, ospitava 21 campane, che suonavano l’allarme in caso di pericolo.

La Piazza Rossa

La Piazza Rossa

La Piazza Rossa è considerata il centro di Mosca e, allo stesso tempo, della Russia, poiché è il luogo da cui partono, in tutte le direzioni, le grandi strade e le vie della Russia. La piazza separa il Cremlino, la sede della presidenza russa, dalla zona commerciale di Kitay-gorod.

Ogni edificio nella Piazza Rossa ha una storia ricca. Il Mausoleo di Lenin contiene il corpo conservato di Lenin, il fondatore dell’Unione Sovietica. Nelle vicinanze si trova la Cattedrale di San Basilio, così come i palazzi e le chiese del Cremlino. La Cattedrale di Kazan, la Cappella di Ivoron, la Porta della Resurrezione o il Museo di Storia sono solo alcuni dei monumenti nella piazza che mantengono viva la storia russa, dominata da una serie di eventi sanguinosi.

Oggi, la Piazza Rossa è il luogo in cui si svolgono fiere, eventi culturali, festival e concerti, ed è stata inclusa nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel 2004.

Altro dall'autore

Post correlati

Ultimi post

Viaggiatore in Sudafrica – cosa puoi vedere, come prepararti e di quale budget hai bisogno

Africa del Sud, un paese diversificato e affascinante, ti attende con paesaggi spettacolari, fauna esotica e un ricco patrimonio culturale. Dai safari nella natura...

Uccello Kiwi – curiosità, informazioni interessanti e superstizioni su questo vivace uccello

Il kiwi è una delle specie di uccelli più insolite e interessanti al mondo. Con una dimensione ridotta e un aspetto distintivo, questo uccello...

Maltese – Addestramento, dieta e caratteristiche

Il Maltese, con il suo aspetto elegante e il pelo morbido, è una razza di cane amata per il suo fascino e la sua...